Differenze tra Iqos e Sigaretta elettronica

Quali sono le differenze tra Iqos e sigaretta

 

Questa è una domanda che in molti si fanno. Sono la stessa cosa? In cosa si differenziano? Perché dovrei passare a una sigaretta elettronica se con Iqos ho un prodotto molti simile alle sigarette tradizionali?

Facciamo subito chiarezza. La principale differenza tra Iqos e sigaretta elettronica è che la prima è un riscaldatore di tabacco, mentre la seconda è un vaporizzatore. 

Come oramai è noto a tutti, il fumo da combustione di tabacco fa male ed è la prima causa di cancro ai polmoni. Si stima che ogni anno in Italia oltre 30 mila persone muoiano per carcinoma polmonare e che l’85% di essi sia causato dalla combustione del tabacco.

Durante la combustione del tabacco, che avviene intorno ai 900° C, si sprigionano diverse sostanze cancerogene che il nostro organismo assimila attraverso l’apparato respiratorio quali: acetone, cadmio, ammoniaca, trementina, lacca, butano, pollonio 210, DDT, piombo, formaldeide e molte altre che puoi vedere in questa immagine.

Differenze-iqos-sigaretta-elettronica-1

FONTE IMMAGINE: NONFUMATORI.CH

Nel 2003, quando le prime sigarette elettroniche entrarono in commercio, l'azienda del tabacco ha avuto una serie di importanti perdite economiche, così è dovuta correre ai ripari con un prodotto che gli permettesse di continuare la vendita di tabacco ma in maniera più salutare. 

Ma davvero il tabacco riscaldato è meno dannoso di una sigaretta tradizionale?

La riposta non è propriamente positiva, poiché in seguito a una ricerca del 2019 pubblicata sull’European Respiratory Journal, è emerso che il grado di tossicità tra sigarette tradizionali e Iqos è analogo.

Questo probabilmente perché tutti i dispositivi che riscaldano il tabacco lavorano a temperature tra i 280 e 350°C. Ovviamente si sprigioneranno meno sostanze nocive e cancerogene rispetto a una sigaretta tradizionale ma i gradi di tossicità rimangono comunque molto elevati.

Differenze tra Iqos e sigaretta elettronica

Con un riscaldatore di tabacco abbiamo un grosso limite: non possiamo dosare la nicotina.

Come per le sigarette tradizionali, Iqos ci offre una vasta gamma di tipologie di tabacchi ma, più o meno, hanno una gradazione di nicotina fissa che non potremmo mai cambiare. Con una sigaretta elettronica questo è un parametro che possiamo modificare quando scegliamo il tipo di liquido da inalare fino ad arrivare a rimuoverla completamente.

Smettendo di utilizzare totalmente la nicotina, oltre che eliminare un prodotto nocivo, andremo anche liberarci dalla dipendenza e quindi possiamo dire che abbiamo smesso di fumare.

Non voglio girarci molto attorno: con Iqos se vuoi smettere di fumare devi smettere di comprare le Heets.

Con una sigaretta elettronica, a differenza di Iqos, puoi decidere di svapare combinazioni quasi infinite di sapori: cremosi, fruttati, dolci, freschi, tabacchi morbidi o da pipa. Insomma non hai limiti ai tuoi gusti e soprattutto puoi comporti come vuoi il tuo liquido preferito.

Una differenza tra Iqos e sigaretta elettronica, che secondo me non è da sottovalutare, è l'odore che sprigiona.

Da svapatore, a volte, ammetto che alcuni aromi mi danno fastidio ma fidati che quando utilizzavo Iqos, ogni volta che ne accendevo una, chi mi stava vicino esordiva con la classica frase: "ma ti sei cacato addosso o abbiamo pestato una merda?" 

Perché purtroppo l'odore del tabacco riscaldato non è il massimo e ricorda… beh l'hai capito.

Perché preferire una sigaretta elettronica ad Iqos

Entrambe sono dotate di batteria, quindi per utilizzarle dobbiamo ricordarci di metterle in carica prima del loro utilizzo quotidiano. 

Il powerbank di Iqos garantisce l'utilizzo per circa 20 Heets, ovvero un pacchetto, dove la sua penna (se parliamo della versione Duo) garantisce massimo 2 fumate consecutive. Iqos ha diversi modelli, anche senza power bank, che offre la possibilità di fumare tra le 10 e 25 heets con un'unica carica ma sempre col limite di non superare mai le 2 o 3 fumate di fila.

Questo significa, come a volte mi è successo, che se accendi la tua sigaretta e chiacchierando non la fumi, la perdi. Per fumarne un'altra devi accendere una nuova heets, sperando che la penna sia carica, altrimenti armati di pazienza e attendi la ricarica.

Con una sigaretta elettronica questo non succede, perché puoi svapare quanto ti pare finché la batteria te lo permette, senza interruzioni o pause. Molte box garantiscono anche 2 giorni di carica della batteria. Ovviamente il tutto è proporzionato a quanto andremo a svapare. Io, ad esempio, la mia Drag S la ricarico ogni 2 giorni. 

Entrambe non producono cenere, ottima cosa se fumi a casa o in auto, ma un'altra differenza tra Iqos e la sigaretta elettronica è che il riscaldatore di tabacco, una volta esaurita la cartuccia, devi buttarla. Con una sigaretta elettronica non produci nessun tipo di rifiuto dopo la svapata. 

Sai che bello sarebbe andare in spiaggia, al parco o in strada e non trovare più mozziconi? Con la sigaretta elettronica questo è possibile.

Iqos è a nicotina fissa, mentre con la sigaretta elettronica siamo noi a decidere con che grado di alcaloide svapare fino a rimuoverlo completamente.

SOLDI!

Eh si ragazzi, con la sigaretta elettronica, a differenza di Iqos, si risparmia tanto anche in termini economici. Da quando svapo non ho mai speso 150€ in un mese in liquidi, neanche quando ho acquistato la mia prima pod.

Secondo me, decidere con che grado di nicotina svapare e il tipo di aroma da gustare è una, anzi è LA differenza tra Iqos e sigaretta elettronica che preferisco.

Ricorda sempre che con una e-cig inali del vapore composto da Glicerina Vegetale, Glicerolo, Aromi alimentati, acqua e se vuoi nicotina, mentre con un riscaldatore di tabacco inali del fumo creatosi da una resistenza che riscalda il tabacco a oltre 300°C e genererà una serie di sostanze che il tuo organismo non gradisce.

Conclusioni sulle differenze tra Iqos e sigaretta elettronica.

Spero questo articolo abbia chiarito i tuoi dubbi su quali siano le differenze tra Iqos e una sigaretta elettronica.

Come avrai capito, i dispositivi sono entrambi a batteria, uno ha un riscaldatore di tabacco mentre l'e-cig ha un atomizzatore che vaporizza un liquido, ed entrambi sono dispositivi che cercano di impattare meno sulla nostra salute. 

Sicuramente entrambi non fanno bene, soprattutto se svapi con la nicotina. Infatti ricorda che la vendita e acquisto di prodotti con nicotina è vietata ai minori di 18 anni, in quanto crea dipendenza e danni per la tua salute.

Però, a mio parere da ex fumatore che le ha provate tutte, mi permetto di orientarti sul mondo delle sigarette elettroniche.

Sicuramente l'impatto sulla salute sarà diverso e te ne accorgerai dopo un paio di settimane di svapo. Poi ci sarà il risparmio sul portafoglio che sarà importante. 

Prova a dare a un'occhiata ai nostri dispositivi e alla vasta scelta di liquidi e aromi.

Ricordati che se acquisti con il mio codice ORESTEVAPE hai diritto a uno sconto del 5% su tutto il carrello.

 

Seguici su Instagram per tutte le promo giornaliere e del weekend: Svapalo.it e Orestepi.

Torna al blog

Lascia un commento